Liberati i pescatori di Mazara del Vallo

Liberati i pescatori di Mazara del Vallo

I 18 pescatori di Mazara del Vallo, trattenuti in Libia da inizio settembre sono stati liberati . «Siamo liberi!» questo il messaggio vocale ricevuto dalla moglie di uno degli ostaggi poco dopo le 11 di oggi. Il premier Giuseppe Conte e il ministro degli Esteri Luigi Di Maio sono in volo verso Bengasi per la liberazione dei due equipaggi di Mazara del Vallo sequestrati, con i loro due pescherecci, da 108 giorn. «Ci arrivano telefonate che ci confermano l’imminente liberazione. Aspettiamo la conferma a momenti» aveva fatto sapere il sindaco di Mazara, Salvatore Quinci. «Siamo davvero felici». I familiari e gli amici dei 18 pescatori, appresa la notizia della liberazione, sono radunati davanti al Comune.
I due pescherecci italiani, l’«Antartide» e il «Medinea», si trovano sulla banchina principale della zona militare del porto di Bengasi dopo il sequestro da parte delle motovedette di Haftar la notte tra l’uno e due settembre. I 18 membri dell’equipaggio (8 italiani, 6 tunisini, 2 indonesiani e 2 senegalesi) si trovano invece chiusi nella palazzina di quattro piani della Marina, a circa 500 metri dalle due imbarcazioni.
I 18 marittimi di Mazara erano caduti nelle mani delle milizie di Haftar all’inizio di settembre mentre si trovavano a circa 80 miglia dalla costa di Bengasi. Proprio il fatto che la cattura era stata effettuata non dal governo di Tripoli di Serraj – riconosciuto dall’Italia come legittimo – aveva fino a oggi complicato la trattativa per liberare gli ostaggi. I pescatori avrebbero dovuto comparire proprio in questi giorni davanti a un tribunale militare perché accusati di traffico di stupefacenti, un’accusa ritenuta però del tutto infondata; poi si è aggiunta l’accusa di aver invaso le acque di pertinenza economica della Libia. I libici non hanno mai fatto mistero tuttavia che la cattura dei due pescherecci fosse un atto ritorsivo contro l’arresto e la condanna da parte dell’Italia di alcuni scafisti di Bengasi.

Fonte:
Corriere.it

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Altre News:

Università di Trapani: nuovo corso di studi inerente il mare

Il Consiglio di Amministrazione e il Senato Accademico hanno dato riscontro positivo per la nascita di un importante corso di studio presso il polo di Trapani: Ingegneria della Tecnologia del Mare (accesso libero) Il Magnifico Rettore, Prof. Fabrizio Micari, afferma che la scelta… [Leggi Tutto]

Il Flag Trapanese a “Res Publica” (TeleSUD)

Il Flag Trapanese sarà protagonista della seconda parte della puntata di oggi, 15 Gennaio 2021, di “Res Publica – Sicilia Chiama Europa”, in onda stasera alle 21, ed in replica alle 23, su TeleSUD. Ospite del direttore, Nicola Baldarotta, la presidente della Fondazione… [Leggi Tutto]

Finanziato il progetto RisqMED sul PO Italia-Tunisia

Il progetto transnazionale R.I.S.Q. (Réhabilitation Intégrée des écosystèmes marins côtiers par le biais de systèmes de Surveillance et de modèles de gestion de la Qualité côtière en Méditerranée)- MED, presentato dalla Fondazione Torri e Tonnare del litorale trapanese nell’ambito del Programma Operativo Congiunto… [Leggi Tutto]

Mare Nostro: Avvisi per costituzione Network

Sono pubblicati sul sito del Flag Trapanese, nella sezione Bandi e Avvisi, nr. 3 avvisi pubblici relativi all’acquisizioni di manifestazione di interesse da parte di soggetti che, in partenariato con il Flag Trapanese, operino al fine di supportare la diffusione dell’utilizzo del marchio… [Leggi Tutto]

Linee guida azioni di informazione FEAMP

Si porta a conoscenza di tutti i comuni partner del Flag Trapanese, che in convenzione con la Fondazione Torri e tonnare del litorale Trapanese stanno curando la realizzazione sui propri territori degli interventi previsti dal Piano di Azione Locale, approvato a valere sul… [Leggi Tutto]

40 Mln di Euro dalla Legge di Bilancio 2021

Con la conclusione dell’esame parlamentare degli emendamenti alla Legge di Bilancio 2021 in Commissione a Montecitorio, si arricchiscono le misure per il comparto primario italiano. Per l’indennità onnicomprensiva per i lavoratori della pesca marittima per il fermo volontario e obbligatorio sono stanziati 12… [Leggi Tutto]